lucefu

Dover scegliere se stampare o vedere cosa si sarebbe dovuto stampare, è successo anche questo.
Venerdì scorso, per finire un lavoro, abbiamo iniziato alle 6 di mattina: ferie forzate avevamo detto, ma i lavori presi prima delle ferie andavano finiti, di riffa o di raffa. Epperò l’estate sta finendo, il caldo se ne va, stai diventando grande, e la mattina alle 6 ora è buietto, è mica più luglio. Ma 3 kw sono così pochi che una volta accesa la pressa la luce è saltata, perchè con i neon accesi il totale richiesto alla rete era troppo alto. E così abbiamo dovuto spengere – spengere, è italiano – i neon, tornando alle tenebre come il Demonio, e attendere che Fretello Sole facesse capolino sulle nostre cape, quasi un’ora e mezza dopo.
Ma finalmente, dopo 60 giorni di attesa, da ieri la potenza disponibile è stata adeguata e possiamo ripartire.
Oggi rimontiamo i macchinari, collaudiamo e si ricomincia.
Tempo di una breve risistemazione, e da lunedì possiamo riaprire come se tutto fosse filato liscio.